Titoli culturali ATA_BLOG_jpg-min

Graduatorie ATA III fascia: Titoli Culturali

Riepilogo di tutti i titoli culturali che incrementano il punteggio nelle graduatorie ATA terza fascia

 

Per incrementare punteggio e avanzare nelle graduatorie ATA è necessario conseguire titoli, certificazioni, idoneità o attestati validi e affini ai profili per i quali si intende concorrere.

In un recente articolo vi abbiamo proposto un ampio riepilogo dei profili, delle mansioni e dei requisiti d’accesso alle professioni ATA nelle scuole di ogni ordine e grado. Questa volta, invece, sempre in vista del prossimo rinnovo delle graduatorie per il triennio 2021-2023, vogliamo essere ancora più specifici proponendovi un riepilogo di tutti i titoli culturali validi per l’inserimento e/o aggiornamento. Ovviamente si tratta di una “lista” elaborata in riferimento alla bozza di decreto e tabella valutazione titoli al momento al vaglio del CSPI per il prescritto parere.

 

Titoli culturali validi per inserimento e/o aggiornamento in Graduatoria ATA terza fascia

Oltre ai requisiti e i titoli di studio validi per l’accesso, si valutano anche i seguenti titoli culturali:

Diploma di laurea – per i profili di assistente amministrativo, assistente tecnico, cuoco e infermiere.

  • Si valuta un solo titolo anche conseguito all’estero se equipollente o se è stata presenta la domanda di riconoscimento entro la data di scadenza per la presentazione della domanda.
  • Si valutano lauree quadriennali, lauree di primo livello (triennali), specialistiche (magistrali e master).
  • Il diploma ISEF è equiparato alla laurea di primo livello in Scienze delle attività motorie e sportive.

Diploma di maturità – per i profili di guardarobiere e addetto alle aziende agrarie

Certificazione informatiche e digitali:

 

Per i profili di Assistente Tecnico, Assistente Amministrativo, Guardarobiere e Addetto alle aziende agrarie si valuta un solo titolo, mentre per i profili di Cuoco e di Infermiere i punteggi sono dimezzati.

 

Titoli, idoneità e attestati in base ai profili:

  • Assistente AmministrativoAttestato di qualifica professionale rilasciato ai sensi dell’articolo 14 della legge 845 del 1978, ovvero ai sensi del Decreto legislativo 16 gennaio 2013, n. 13, relativo alla trattazione di testi e/o alla gestione dell’amministrazione mediante strumenti di videoscrittura o informatici. Si valuta un solo attestato.
  • Assistente AmministrativoAttestato di addestramento professionale per la dattilografia o attestato di addestramento professionale per i servizi meccanografici rilasciati al termine di corsi professionali istituiti dallo Stato, dalle Regioni o da altri enti pubblici. Si valuta un solo attestato.
  • Assistente Amministrativo – Idoneità in concorso pubblico per esami o prova pratica per posti di ruolo nelle carriere di concetto ed esecutive o corrispondente bandito dallo Stato o da enti pubblici territoriali. Si valuta una sola idoneità.
  • Assistente Tecnico, Cuoco e Infermiere – Idoneità in precedenti concorsi pubblici per esami, o prova pratica a posti di ruolo nel profilo professionale per cui si concorre, oppure nelle precorse qualifiche del personale ATA o non docente, corrispondenti al profilo per cui si concorre. Si valuta un solo titolo.
  • Guardarobiere – Idoneità conseguita in precedenti concorsi pubblici per esami o prove pratiche per i posti di guardarobiere o aiutante guardarobiere. Il punteggio viene attribuito una sola volta anche in caso di idoneità in più concorsi.
  • Addetto alle aziende agrarie – Idoneità conseguita in precedenti concorsi pubblici per esami o prove pratiche a posti di addetto alle aziende agrarie. II punteggio viene attribuito una sola volta anche in caso di idoneità in più concorsi.
  • Collaboratore Scolastico – Qualifiche ottenute al termine di CORSI SOCIO-ASSISTENZIALI e SOCIO-SANITARI OSS(operatore socio-sanitario) e OSA (operatore socio-assistenziale). Si valuta un solo titolo.

 

fonte: orizzontescuola.it